menu

PITTURA PITTURA

Works from 1970s




La mostra “iononrappresentonullaiodipingo”, tenuta nella mia galleria nel 1973, è forse la prima in cui si palesa quella tendenza di riflessione sulla pittura che oggi si chiama “Pittura analitica”, e che allora prendeva anche il nome di “Nuova pittura” o di “Pittura pittura”. Chiedersi se fare pittura avesse ancora senso, in un’epoca di forti sperimentalismi, di concettualismo trionfante, e di lotta contro un sistema artistico che vedeva nella pittura – e di conseguenza nel “quadro” – il simbolo della possibile mercificazione dell’arte, costituiva il movente principale di un gruppo di artisti che istintivamente, sentimentalmente e razionalmente non volevano rinunciare a questo strumento per puri motivi ideologici.
Sotto questa “bandiera” si sono raccolti anche artisti disparati, provenienti da esperienze diverse e diretti verso esiti altrettanto diversificati, ma tutti sono stati concordi nell’indagare le ragioni della pittura in un momento storico in cui questa era stata messa fortemente in discussione come strumento della contemporaneità. Per questo, gli artisti italiani che nel corso di quel decennio – gli anni Settanta del XX secolo – sono stati individuati come “analitici” non possono essere compresi in un movimento ideologico vero e proprio – come ad esempio i francesi del gruppo BPMT o Support/Surface -, ma al massimo in una tendenza ideale, sotto la problematica “copertura” del concetto di “pittura” come strumento e fine. Tuttavia, la messa in discussione della pittura tout court, i cui strascichi manichei si vedono ancora oggi in Italia, consentiva l’accorpamento di artisti diversi che avessero però come postulato di base l’idea che invece questa pratica fosse ancora vitale e propositiva: di qui, le presenze a volte lontane tra loro di alcuni di essi nelle stesse mostre, di qui la varietà delle esperienze italiane in tal senso – di cui si possono apprezzare alcune e rigettare altre, ma che tutte insieme hanno costituito un “filone” riconosciuto -, di qui le polemiche di allora e di oggi. Ciò che va però considerato oggi è l’aspetto storico della tendenza, con tutti i possibili errori e devianze ideologiche: un eccesso di “purezza” concettuale rischia infatti di cancellarne la memoria in uno sterile gioco al massacro.

 

Giorgio Griffa
Linee orizzontali 1975
acrilico su lino
118 x 163 cm

Claudio Verna
Pittura 1976
olio su tela
100 x 100 cm

Rodolfo Aricò
Prospettiva umana 1971
acrilico su tela
80 x 100 cm

 

 

 

Rodolfo Aricò
Struttura 1967
acrilico su tela
234 x 100 cm

Rodolfo Aricò
Dittico 1972
acrilico su tela
30 x 80 cm

Giorgio Griffa
Segni orizzontali 1973
acrilico su lino
179 x 147 cm

 

 

 

Claudio Verna
Grande segnale 1974
acrilico su tela
140 x 180 cm

Claudio Verna
Senza titolo 1978
olio su tela
30 x 40 cm

 

 

 

Rodolfo Aricò
Spazio dentro A 1967
tecnica mista su tela
113 x 142 cm

Rodolfo Aricò
Spazio dentro B 1967
tecnica mista su tela
113 x 142 cm

 

 

 

Rodolfo Aricò
Scatola 1972
acrilico su tela
85 x 120 cm

 

 

 

Carlo Battaglia
Disegno 28/11/1967 1967
pastello su carta
54 x 72,5 cm

 

 

 

Carlo Battaglia
Visionario per F & S 1969
olio su tela
190 x 140 x 2,5 cm

 

 

 

Carlo Battaglia
Scoto 1973
tempera all’uovo e olio su tela
50,5 x 200 x 2 cm

 

 

 

Giorgio Griffa
Linee orizzontali 1975
acrilico su lino
116 x 183 cm

 

 

 

Elio Marchegiani
Grammature di colore 1974
pittura su intonaco su legno
84 x 124 cm

 

 

 

Elio Marchegiani
Grammature di colore 1973
pittura su intonaco su legno
53 x 53 cm

 

 

 

Elio Marchegiani
La luna 1980
tecnica mista su legno e gesso
72 x 72 cm

 

 

 

Claudio Verna
A 183 1973
acrilico su due tele
70 x 140 cm

 

 

 

Claudio Verna
Senza titolo 1977
matita su carta
70 x 100 cm

 

 

 

Riccardo Guarneri
S.T. (luci gialle con linee) 1973
matita su carta
49 x 34 cm

 

 

 

Riccardo Guarneri
S.T. (strisce con rettangoli) 1973
matita su carta
49 x 34 cm

 

 

 

Riccardo Guarneri
Spazi orizzontali 1974
olio e matita su tela
70 x 70 cm

 

 



©2002-2017 Studio La Città
Tutti i diritti sul materiale contenuto in questo sito sono riservati