Arthur Duff

Arthur Duff

“THERE IS DOUBT THAT IS DOUBT”. In altre parole: attenzione potreste trovare un significato. IN HIDING usa combinazioni di parole accoppiate casualmente per creare espressioni accidentali che possono avere o non avere senso. Il loro significato dipende dal ciclico e fortuito scorrere dei fotoni del laser.

“There is play that is play” ogni espressione suggerisce che ci sia un qualcosa di concreto e un qualcosa di non concreto, ogni frase per divenire reale ed immanente deve inserirsi in uno specifico contesto spaziale, senza il quale il significato implicito sfugge : proiettate sui muri della galleria le parole riacquistano uno spazio fisico che permette loro di liberare il significato.
Vedi biografia

Opere disponibili

Installazioni

Video

Opere disponibili


  • Scatter Cadaver, 2017

    guaina in poliestere ritorto e neon rosso e giallo
    dimensioni ambientali


  • Endings, 2015

    lava rock, argon
    9 x 16 x 12 cm


  • Scatter, 2016

    installazione site-specific in collaborazione con Studio la Città e Spazio Galtarossa 21/A, Verona

Installazioni

    News

  • Inaugura domenica 10 giugno 2018 la mostra, organizzata all’interno della rassegna di arte pubblica del Comune di Morcote, dal titolo Lo spazio ritrovato a cura di Daniele Agostini che si propone di svelare ai visitatori come l’arte contemporanea possa intervenire nei luoghi pubblici modificandone la percezione. La mostra coinvolge diversi artisti italiani ed internazionali, tra i quali: Arthur Duff.
    11 giugno – 23 settembre 2018 | Parco Scherrer – Morcote