Giorgia Severi – “Selvatico [14]”

Once there was the Ocean – Mt. Zeil, West MacDonnell Range, 2016

Giorgia Severi partecipa con l’opera Once there was the Ocean – Mt. Zeil, West MacDonnell Range alla mostra Selvatico [14] curata da Massimiliano Fabbri.

Il Mt. Zeil è il monte più altro del West MacDonnell Range nel deserto rosso del Centro Australia, che milioni di anni fa era ricoperto da un oceano. L’opera appartiene alla serie “Ancestors” iniziata dall’artista nel 2012, dedicata ai patriarchi del paesaggio che hanno formato il territorio. Questi ritratti di montagne e foreste, sono i calchi di porzioni di ambienti che mutano velocemente per causa naturale o antropica e spesso sono destinati a scomparire per come li conosciamo ora. A questi luoghi naturali visibili corrisponde un paesaggio culturale, quello dell’uomo che abita il territorio e ha sviluppato la propria cultura in relazione a quell’ambiente che pulsa di storie proprie e dell’umano. In questo caso la montagna si riferisce al paesaggio culturale del popolo Aborigeno d’Australia che vive in queste zone. “Il paesaggio è scritto dentro all’uomo che fa il paesaggio”.

Quando


Inizia: 26 ottobre 2019
Finisce: 19 gennaio 2019

Dove


Museo civico Luigi Varoli
Corso Sforza, 21/24
48033 Cotignola

Informazioni


mostre@studiolacitta.it
A cura di: Massimiliano Fabbri

Altre news

  • Studio la Città compie 50 anni e festeggia il traguardo raggiunto con un’importante mostra, sunto delle tappe più significative percorse dalla galleria dagli esordi ad oggi.
    Quello che non ho venduto
    50 anni. Una Storia.
    A cura di Marco Meneguzzo
    Opening 7 dicembre 2019, ore 11:30
    7 dicembre 2019 – 15 febbraio 2020 | Studio la Città – Verona.

  • La galleria Podbielski Contemporary inaugura il 13 febbraio 2020 la mostra: Pleasure Garden, un progetto a cura di Pierre André Podbielski che attraverso un lavoro di ricerca negli anni ‘70 a Parigi e maturato negli ultimi anni a Milano, intende proporre un nuovo approccio fotografico sullo sguardo fotografico sul nudo artistico. Tra le opere esposte anche alcune fotografie dello svedese Bo Ljugblom, artista riscoperto recentemente da Studio la Città, i cui lavori sono stati inclusi all’interno della mostra: Quello che non ho venduto. 50 Anni. Una Storia, ora in corso a Verona. Podbielski Contemporary, via Vincenzo Monti 12 | 20123 Milano, fino al 31 marzo 2020.


  • A partire dal 25 gennaio 2020 le fotografie di Gabriele Basilico saranno protagoniste a Roma di una grande rassegna incentrata sul tema della città con oltre 250 opere in diversi formati datate dagli anni Settanta ai Duemila, alcune delle quali esposte per la prima volta. Metropoli, a cura di Giovanna Calvenzi e Filippo Maggia, Roma – Palazzo delle Esposizioni, fino al 13 aprile 2020.


  • Il libro proposto questa settimana da Studio la Città è The End of Utopia: catalogo della doppia è personale con Jacob Hashimoto e Emil Lukas organizzata a Venezia nel 2017.
    È un respiro ottico sospeso, una macchina perfetta nelle sue forme (quanto l’artificio del mondo d’arte e quanto dell’artificio del mondo naturale) e al tempo stesso un filtro. A noi è chiesto di guardarla […]. Lettera da Venezia (forse ancora città, ma certamente senza più utopia). – L.M. Barbero.
    Edito da Silvana Editoriale, è disponibile sul nostro store online.


  • L’installazione Gas Giant di Jacob Hashimoto compare nella classifica delle 100 opere più incisive dell’ultimo decennio, stilata da Artnet!
    Gas Giant è stata esposta nel 2013 in una mostra organizzata da Studio la Città al quarto piano della Fondazione Querini Stampalia a Venezia, nello spazio recentemente ristrutturato da Mario Botta. Leggi l’articolo per saperne di più


  • Le fotografie di Massimo Vitali saranno in mostra presso il MAF – Museo Ettore Fico, a partire da mercoledì 26 febbraio 2020. La mostra si articola in circa 30 opere scelte in venticinque anni di produzione dell’artista. Il percorso espositivo non scandito in ordine cronologico è, a tutti gli effetti, una sorta di mostra antologica.
    Massimo Vitali. Costellazioni umane, a cura di Andrea Busto | MEF Museo Ettore Fico – via Francesco Cigna 114 – Torino | in collaborazione con Mazzoleni, London – Torino | 26 febbraio – 5 luglio 2020


  • Il nuovo anno è alle porte ed è tempo di ripensare a ciò che è accaduto in quello che sta per concludersi. Per la serie di pubblicazioni Album di Fotografie, Studio la Città vi propone il racconto di questo 2019, con alcune delle mostre che vi abbiamo proposto nel corso degli ultimi mesi. Trovate gli album fotografici nel nostro store online, dateci un occhio!


  • Silvana Editoriale ha pubblicato il nuovo libro di Vincenzo Castella: BERLIN ’89 che presenta per la prima volta gli scatti del soggiorno berlinese del fotografo, tra l’agosto e il settembre 1989. Un volume in tiratura limitata di 500 copie con testo di Frank Boehm (tedesco-italiano-inglese).


  • A partire dal 17 gennaio 2020, le opere di Jacob Hashimoto saranno esposte a Parigi, in una personale presso la Galerie Italienne. La mostra è realizzata in collaborazione con Studio la Città. 17 gennaio – 22 febbraio 2020 | Galerie Italienne, 15 Rue du Louvre – Parigi.


  • A partire da martedì 20 settembre 2019 presso le diverse sedi dell’Università di Verona si potranno ammirare le opere della collezione Giorgio e Anna Fasol (AGI Verona). La mostra Contemporanee / Contemporanei, curata da Denis Isaia, raccoglie 80 opere di artisti di diverse generazioni.


  • Jacob Hashimoto realizzerà una grande installazione site-specific presso il Portland International Airport.


  • In vendita online il catalogo della mostra Recursions and Mutations con opere di Vincenzo Castella, Lynn Davis, Jacob Hashimoto e Roberto Pugliese. Il catalogo, edito da Silvana Editoriale, è introdotto da un testo di Jacob Hashimoto e Daniele Capra.
    Per acquistare clicca qui.


  • In vendita online il catalogo transitorietà di Antonio Marchetti Lamera. Il catalogo, edito da Scalpendi Editore è introdotto da un testo di Daniele Capra e Angela Madesani. 
    Per acquistarlo clicca qui.


  • Ora ci trovate anche su YouTube! Iscrivetevi al nostro canale per rivedere le presentazioni delle mostre spiegate direttamente dagli artisti e dai curatori.