“Imaginary Country” – Daniel González

f6c05c80-c3b5-44e2-a02f-f1305891be74

Il 19 settembre inaugura Imaginary Country di Daniel González, l’installazione effimera che traduce in realtà l’etichettatura virtuale degli hastag (#) su porzioni di spazio concreto del quartiere di Lambrate. Improvvisamente una piazza, il mare e un grattacielo, diventano realtà approvate e condivise, grazie a parole, impresse a mano su striscioni che attraversano le vie Ventura, Flaminio, Conte Rosso, Oslavia e viale delle Rimembranze. Le parole rappresentano un pensiero possibile e allo stesso tempo astratto di un concetto poetico.
Imaginary Country è una architettura semantica realizzata da “pasacalles”, un sistema tradizionale argentino di comunicazione privata sulle strade pubbliche con striscioni dipinti a mano. Il linguaggio stesso ci rivela il carattere di definizione del contesto, in cui l’artista concretizza un immaginario poetico, inconscio o sotteso. Un invito rivolto ai passanti ad immaginare che il proprio quartiere abbia tutto ciò che non possiede ma può desiderare con la propria immaginazione, ovvero la prima vera forma di realtà virtuale ante litteram.

Dopo l’installazione Homeless Rocket with Chandeliers del 2007 e le numerose collaborazioni con la Design Week, prosegue la relazione creativa tra l’artista Daniel González e il tessuto urbano di Lambrate, con un progetto fortemente ispirato dall’immaginario collettivo associato al quartiere.
L’installazione temporanea Imaginary Country è patrocinata dal Municipio 3 del Comune di Milano e sarà visibile fino al devolversi delle parole.

Quando


Inizia: 19 settembre 2017
Finisce: sarà visibile fino al devolversi delle parole (circa 3 mesi)

Dove


Quartiere Lambrate
Milano

Informazioni


mostre@studiolacitta.it
Enti promotori Associazione Made in Lambrate, Municipio 3 del Comune di Milano
Comunicato stampa Scarica qui

Altre news

  • Studio la Città inaugura sabato 25 novembre 2017 alle ore 11:30 la mostra The Misfits, a cura di Marco Meneguzzo, con opere di Riccardo Camoni, Stefano Cattaneo, Mauro Folci, Igino Legnaghi, David Leverett, Paolo Patelli e Richard Smith. Il titolo di questa collettiva è quello del celebre film di John Houston del 1961, con Clark Gable,  Montgomery Clift e Marilyn Monroe che interpretano tre personaggi contro-corrente.
    25 novembre 2017 – 3 febbraio 2018 | Studio la Città – Verona


  • A partire da sabato 25 novembre 2017,  Studio la Città ospita la nuova ed inedita serie di lavori dell’artista – veneziana di nascita ma irlandese d’adozione – Drik Dickinson.
    Inside, questo il titolo della personale che vede esposte una selezione di dieci fotografie tratte  all’omonima serie in cui l’artista, da sempre intimamente legata al tema della Vanitas, evolve.
    25 novembre 2017 – 5 gennaio 2018 | Studio la Città – Verona


  • Sabato 25 novembre 2017, alle ore 11:30, inaugura la tappa di First Step 8 a Studio la Città. Protagoniste alcune opere di Giacomo Segantin (Abano Terme, 1995). L’iniziativa, patrocinata dal comune di Verona, da Artverona e dalla Sopritendenza archeologia, belle arti e paesaggio per le province di Verona, Rovigo e Vicenza, è stata curata per l’Accademia di belle Arti di Verona da Marta Ferretti e coordinata dai professori Massimo BalestriniGiovanni Morbin e Daniele Salvalai.
    25 novembre – 2 dicembre 2017 | Studio la Città – Verona


  • Lunedì 13 novembre 2017 inaugura la settima edizione della Bocconi Art Gallery che si rinnova quest’anno esponendo ben oltre 100 opere di artisti nazionali ed internazionali. Tra le opere presentate, la grande installazione in tela in poliestere, dal titolo Fight – Flight, di Arthur Duff.


  • Michael Najjar sarà uno dei protagonisti della mostra Galileo e le Arti. Il cielo stellato sopra di me, promossa dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo e allestita a Palazzo del Monte di Pietà a Padova. Per l’occasione saranno esposte: orbital ascent realizzata in un formato del tutto inusuale (180 x 300 cm), gravitation entanglement e il video spacewalk.
    18 novembre 2017 – 18 marzo 2018 | Palazzo del Monte di Pietà – Padova


  • Alberto Garutti è stato proclamato vincitore del Concorso artistico internazionale per la realizzazione delle opere per le Tre Soglie di Ca’ Corniani; il concorso, che si inserisce in un ampio progetto di valorizzazione paesaggistica a cura dello studio di architettura LAND, è stato lanciato lo scorso giugno con la curatela artistica di Elena Tettamanti e Antonella Soldaini e la curatela paesaggistica di Andreas Kipar.


  • Inaugura il 21 ottobre prossimo la 24° edizione del Noorderlicht International Photography Festival dal titolo NUCLEUS | Imagining science. Il festival, curato da Wim Mellis, vede come protagonisti 74 artisti e fotografi da 26 paesi. Michael Najjar è stato invitato a partecipare a Noorderlicht con una mostra personale con lavori della serie “outer space”.
    21 ottobre – 26 novembre 2017 | Noorderlicht Photofestival House of Photography, JB Groningen – Paesi Bassi


  • Il video Somewhere Parallel – Alterate Vision di Arthur Duff e Francesco Candeloro è stato selezionato dal curatore Massimo Scaringella per la sezione VISÃO EXPANDIDA (EXPANDED VISION) della Bienal de Curitiba ’17, il più grande evento d’arte contemporanea in America Latina.
    30 settembre 2017 – 25 febbraio 2018 | Curitiba, Brasile


  • Giorgia Severi partecipa alla decimo anniversario di Casa Sponge, luogo di accoglienza, come rifugio per artisti, critici e curatori transfughi da un sistema in crisi, con l’opera CIVILITAS e la performance CIVILTà.
    23 settembre – 26 novembre 2017 | Casa Sponge – Pergola


  • Andreco, con l’installazione Between Nations, vince il premio speciale Fondazione Terzo Pilastro – Italia e Mediterraneo della decima edizione del Talent Prize.


  • In occasione del tredicesimo anniversario della Juliette Chair di Hannes Wettstein, Baleri Italia ha scelto di rendere omaggio a uno dei suoi prodotti più iconici con un progetto che celebra l’incontro tra design e arte. Tre artisti contemporanei – Luigi Carboni, Jacob HashimotoHerbert Hamak – vengono chiamati ad interpretare la superleggera con la quale verranno immortalati in tre scatti emblematici.


  • Michael Najjar è stato invitato alla 7a Biennale Internazionale di Arte Contemporanea di Mosca curata da Yoku Hasegawa.
    19 settembre 2017 – 18 gennaio 2018 | The State Tretjakov Gallery, Mosca


  • Studio la Città è lieta di annunciare la partecipazione di Vincenzo Castella e di Alberto Garutti alla mostra INTUITION, curata da Axel Vervoordt e Daniela Ferretti, che si terrà a Palazzo Fortuny a Venezia.
    13 maggio – 26 novembre 2017 | Palazzo Fortuny, Venezia


  • L’Università di Padova ha accolto l’opera Ghirba di Antonio Ievolella per ricreare la piazza nella Cittadella dello studente.

    Cittadella dello studente –  Lungoargine Piovego 20, Padova


  • La mostra Leidenschaft. Passion – In Focus: Pierre Soulages, che inaugura il 19 febbraio 2017 al Museum Art.Plus, espone opere del pittore francese Pierre Soulages (nato nel 1919 a Rodez, Francia). Accompagnano la mostra altre opere, bidimensionali e tridimensionali, di artisti internazionali che hanno operato con il monocromo, tra le quali opere di Luigi Carboni.
    19 febbraio 201728 gennaio 2018 | Museum Art.Plus, Donaueschingen


  • Trovate il video della mostra outer space di Michael Najjar su ikono.tv e nella sezione Artist of the month. Michael Najjar lavora con la fotografia e il video focalizzandosi sugli elementi chiave della nostra società guidata e “controllata” da tecnologie informatiche e dell’informazione.


  • Ora ci trovate anche su YouTube! Iscrivetevi al nostro canale per rivedere le presentazioni delle mostre spiegate direttamente dagli artisti e dai curatori.