Quello che non ho venduto…

PIX-50-anni-Italiano-mp

Studio la Città compie 50 anni e festeggia il traguardo raggiunto con un’importante mostra, sunto delle tappe più significative percorse dalla galleria dagli esordi ad oggi.
Quello che non ho venduto
50 anni. Una Storia.
A cura di Marco Meneguzzo

Opening 7 dicembre 2019, ore 11:30
7 dicembre 2019 – 15 febbraio 2020 | Studio la Città – Verona.

Quello che non ho venduto…, è un’esposizione curata da Marco Meneguzzo che mette assieme un’eterogenea selezione di opere di Stuart Arends, Pier Paolo Calzolari, Vincenzo Castella, Lucio Fontana, Jacob Hashimoto, Emil Lukas, David Simpson, Ettore Spalletti, solo per citarne alcuni.
Un vecchio adagio del mondo dell’arte recita che la ricchezza dei galleristi sta in ciò che non hanno venduto, piuttosto che in quello che hanno venduto, nel senso che il tempo – sempre galantuomo – rivaluta enormemente quelle opere che al momento della loro esposizione in galleria non sono state capite, perché troppo anticipatrici o difficili, e sono rimaste in magazzino (o quelle opere che il gallerista ha deciso di tenere per sé …). Quel che Hélène non ha venduto – o non ha voluto vendere – è una nuova mostra, attualissima, che è il sunto di cinquant’anni di scelte, e la sintesi di cinquant’anni di autoritratti.

Quando


Inizia: 07 dicembre 2019
Finisce: 25 febbraio 2020

Dove


Studio la Città
Lungadige Galtarossa 21
37133 Verona

Informazioni


mostre@studiolacitta.it
A cura di: Marco Meneguzzo
Comunicato stampa Scarica qui

Altre news

  • A partire dal 17 gennaio 2020, le opere di Jacob Hashimoto saranno esposte a Parigi, in una personale presso la Galerie Italienne. La mostra è realizzata in collaborazione con Studio la Città. 17 gennaio – 22 febbraio 2020 | Galerie Italienne, 15 Rue du Louvre – Parigi.


  • A partire da martedì 20 settembre 2019 presso le diverse sedi dell’Università di Verona si potranno ammirare le opere della collezione Giorgio e Anna Fasol (AGI Verona). La mostra Contemporanee / Contemporanei, curata da Denis Isaia, raccoglie 80 opere di artisti di diverse generazioni.


  • Apre il 13 settembre 2019 al pubblico la mostra Civilization: The Way We Live Now alla National Gallery of Victoria di Melbourne. La mostra, curata da William Ewing e Holly Roussell, raccoglie lavori di oltre 100 fotografi internazionali tra cui Michael Najjar che partecipa con tre opere della serie outer space.
    13 settembre 2019 – 2 febbraio 2020 | National Gallery of Victoria, Melbourne


  • Giorgia Severi con Land Rights News partecipa al Premio Francesco Fabbri 2019.


  • Tanja de Jager wears Christian Dior di Izima Kaoru è una delle opere della mostra Look at me! Il corpo nell’arte dagli anni ’70 ad oggi curata da Angela Madesani e Annamaria Maggi che si tiene alla Ghisla Art Collection a partire dal 7 settembre 2019.
    7 settembre 2019 – 5 gennaio 2020 | Ghisla Art Collection – Locarno


  • Critici ostinati ritmici di Roberto Pugliese è una delle opere incluse nella mostra Touch wood, curata da Nora Leitgeb, Beatrix Obernosterer e Christine Wetzlinger-Grundnig che si tiene alla Stadtgalerie Klagenfurt a partire dal 6 settembre 2019.
    6 settembre 2019 – 5 gennaio 2020 | Stadtgalerie Klagenfurt


  • Jacob Hashimoto realizzerà una grande installazione site-specific presso il Portland International Airport.


  • In vendita online il catalogo della mostra Recursions and Mutations con opere di Vincenzo Castella, Lynn Davis, Jacob Hashimoto e Roberto Pugliese. Il catalogo, edito da Silvana Editoriale, è introdotto da un testo di Jacob Hashimoto e Daniele Capra.
    Per acquistare clicca qui.


  • In vendita online il catalogo transitorietà di Antonio Marchetti Lamera. Il catalogo, edito da Scalpendi Editore è introdotto da un testo di Daniele Capra e Angela Madesani. 
    Per acquistarlo clicca qui.


  • In vendita online il catalogo Vincenzo Castella – Mississippi / Tennessee 1976 pubblicato da Humboldt con testi di Frank Boehm e Alberto Saibene. Il libro contiene anche una cartolina con la foto Van Hula Hunt, Memphis Tenn. 1976 firmata e datata al retro dall’artista.


  • Ora ci trovate anche su YouTube! Iscrivetevi al nostro canale per rivedere le presentazioni delle mostre spiegate direttamente dagli artisti e dai curatori.