Roberto Pugliese – Athens Digital Arts Festival

Score, 2016

Roberto Pugliese sarà uno dei protagonisti di Athens Digital Arts Festival con l’opera Score. Athens Digital Arts Festival è un festival internazionale che celebra la cultura digitale attraverso un incontro annuale che riunisce una comunità globale di artisti e pubblico.

Il progetto Score parte dall’analisi di partiture musicali del ‘900 di autori come Iannis Xenakis, Karlheinz Stockhausen, Luigi Nono,… ecc. i quali si sono confrontati con i limiti della scrittura e della notazione tradizionale superandola creando un’alternativa grafica differente e funzionale per rappresentare la musica da loro composta. In questo modo la partitura non è più solamente un dialogo tra compositore ed interprete ma un ‘opera anche visiva, un metalinguaggio che combina suoni ed immagini.

Quando


Inizia: 24 maggio 2018
Finisce: 27 maggio 2018

Dove


Athens Digital Arts Festival
18 Miltiadou Str., 105 60, Monastiraki,
Atene, Grecia

Informazioni


mostre@studiolacitta.it

Altre news

  • Venerdì 22 febbraio alle ore 17:30, ASLC progetti per l’arte in collaborazione con Studio la Città, dedica ai propri soci (in regola con il pagamento della quota associativa 2019) un’anteprima alle prossime mostre in galleria di Hiroyuki MasuyamaTracey Snelling e Pu Jie.


  • Studio la Città inaugura la stagione espositiva 2019 dedicando una personale all’artista giapponese Hiroyuki Masuyama, visitabile a partire da sabato 23 febbraio 2019.
    23 febbraio – 13 aprile 2019 | Studio la Città – Verona


  • A partire da sabato 23 febbraio 2019, Studio la Città ospiterà la personale dell’americana Tracey Snelling dal titolo Metropolis.
    23 febbraio – 13 aprile 2019 | Studio la Città – Verona


  • All’interno dello spazio dedicato alle nuove proposte, la città projects inaugura sabato 23 febbraio 2019 la mostra 1 + 1, dedicata agli acrilici del cinese Pu Jie.
    23 febbraio – 6 aprile 2019 | Studio la Città – Verona


  • La Fondazione Pescheria – Centro Arti Visive di Pesaro promuove un nuovo progetto dedicato alla fotografia che vede protagonista Michele Alberto Sereni. Il fotografo ripercorre, in tre appuntamenti, la storia di questo spazio espositivo; il primo, che inaugura il 2 marzo alle 18:30, sarà dedicato a Jannis Kounellis e alla sua mostra del 2016, curata da Ludovico Pratesi, che fu anche l’ultima prima della sua scomparsa.
    2 marzo – 9 giugno 2019 | Where – Centro Arti Visive Pescheria, Pesaro


  • Apre al pubblico il 1 marzo la XXII Esposizione Internazionale del La Triennale di Milano, intitolata Broken Nature: Design Takes on Human Survival.
    Daniel González, invitato dalla Fondazione Francesca Rava e dall’Ambasciata Haitiana, presenterà due progetti site-specific.
    1 marzo – 1 settembre 2019 | La Triennale di Milano, Milano


  • In vendita online il catalogo della mostra no place like home. Per acquistarlo visita il nostro e-commerce.


  • La serie outer space di Michael Najjar è stata nominata per il Prix Pictet 2019.


  • Lynn Davis è una dei protagonisti della mostra FutuRuins. Il corpo e la pietra che apre mercoledì 19 dicembre 2018 a Palazzo Fortuny, Venezia.
    19 dicembre 2018 – 24 marzo 2019 | Palazzo Fortuny – Venezia


  • Hiroyuki Masuyama è uno dei protagonisti della mostra FutuRuins. Il corpo e la pietra che apre mercoledì 19 dicembre 2018 a Palazzo Fortuny, Venezia.
    19 dicembre 2018 – 24 marzo 2019 | Palazzo Fortuny – Venezia


  • In vendita online il catalogo Vincenzo Castella – Mississippi / Tennessee 1976 pubblicato da Humboldt con testi di Frank Boehm e Alberto Saibene. Il libro contiene anche una cartolina con la foto Van Hula Hunt, Memphis Tenn. 1976 firmata e datata al retro dall’artista.


  • Giovedì 27 settembre 2018 inaugura la mostra personale, dal titolo Clouds and Chaos, di Jacob Hashimoto presso la Crow Collection of Asian Art di Dallas.
    28 settembre 2018 – 7 aprile 2019 | Crow Collection of Asian Art, Dallas


  • Ora ci trovate anche su YouTube! Iscrivetevi al nostro canale per rivedere le presentazioni delle mostre spiegate direttamente dagli artisti e dai curatori.