Mostre in corso

Vincenzo Castella

MIMESIS – 3rd Stone From The Sun

a cura di Salvatore Lacagnina

20 febbraio – 20 maggio 2021

Studio la Città apre il 20 febbraio la mostra di Vincenzo Castella dal titolo MIMESIS – 3rd Stone From The Sun a cura di Salvatore Lacagnina. Oggetto di queste immagini è la Natura, il mondo vegetale in cattività. L’artista non è mai stato descrittivo e tantomeno sedotto da catalogazioni specifiche, ma ha sempre optato per un’osservazione attenta per comprendere la complessità delle visioni e delle rappresentazioni. In questa mostra il suo sguardo desidera avvicinarsi quanto più possibile alle cose, fino quasi ad entrarci dentro per tentare di capirle, conoscerne il segreto, coglierne forse il senso, in una visione più ampia e profonda.

Scarica il comunicato stampa






Today I would like to be a Tree

Abed Al Kadiri | Eelco Brand | Jacob Hashimoto | Izima Kaoru
Franco Passalacqua | Roberto Pugliese | Lucas Reiner
Mario Schifano | Giorgia Severi | Andre Woodward

17 aprile – 20 maggio 2021

Studio la Città apre una mostra collettiva dal titolo Today I would like to be a Tree, dedicata agli alberi come tema del lavoro di una selezione di 10 artisti, provenienti da culture e luoghi diversi.
Due terribili eventi accaduti nell’agosto 2020 ci hanno portato a riflettere ancora una volta sul rapporto uomo-natura. Abbiamo individuato l’albero come centro prospettico e focus tematico e dato all’esposizione il medesimo titolo del progetto di Al Kadiri, di cui sono esposte in mostra alcune carte e la tela originaria. I 10 artisti che fanno parte dell’esposizione hanno scelto l’albero come oggetto, ciascuno di loro con la propria voce e il proprio linguaggio, e delineato un racconto personale che parla della Natura, dell’uomo, della forza di reagire e di rinascere, della capacità di trovare un equilibrio, della vita in tutta la sua straordinaria complessità.

Scarica il comunicato stampa






Christian Manuel Zanon

Come punti di un rosso sgualcito, ricordi?

17 aprile – 20 maggio 2021

Il “rosso sgualcito” a cui si riferisce il titolo è il colore inconfondibile di uno specifico fiore: il papavero. Ed è proprio il papavero oggetto dell’esposizione di Zanon, che da un punto di vista puramente tecnico viene definito dall’artista un perno sostiene un foglio rosso dipinto e sgualcito mentre una sfera lucente predispone a cerchio i pistilli, semplici spilli che culminano in un coriandolo. Questo elemento però, il fiore, diventa molto più di un oggetto, esso rappresenta il tempo, un ricordo, un’emozione, la coordinata esatta di un pensiero che è legato indissolubilmente al colore rosso e che porta con sé un immediato sentimento di felicità, spensieratezza e leggerezza. Un ritorno nostalgico alla meraviglia dell’infanzia, all’incanto della natura, allo stupore per un fiore acceso sul ciglio della strada.

Scarica il comunicato stampa.






Mostre 2019 -2020

  • ANGELA CAPUTI Giuggiù Indossare il colore

    12.12.2020 - 06.02.2021 e 20.02-02.04.2021
  • Jacob Hashimoto Jacob Hashimoto 1999|2005

    10.10.2020 - 02.04.2021
  • Rosso e Grigio

    12.12.2020 - 06.02.2021 e 20.02-02.04.2021
  • La Musée 2

    13.10.2020 - 21.11.2020
  • Vetro

    19 maggio 2020 - 5 settembre 2020
  • Massimiliano Gatti ALEPH

    19 maggio 2020 - 5 settembre 2020
  • Quello che non ho venduto...

    fino al 15 febbraio 2020
  • Antonio Marchetti Lamera - Tempo subìto, tempo anticipato

    10 ottobre - 16 novembre 2019
  • Jacob Hashimoto - The Heartbeat of Irreducible Curves: Part II

    21 settembre - 16 novembre 2019
  • Lucio Pozzi - Scatter Painting

    21 settembre - 16 novembre 2019