Arthur Duff

Nato a Wiesbanden nel 1973, dopo aver vissuto negli Stati Uniti, patria dei genitori, in Korea, Germania e Giappone, si stabilisce in Italia. Attualmente vive e lavora a Vicenza e insegna presso l’Accademia di Belle Arti di Venezia e la Boston University. Dalla fine degli anni novanta è presente come artista visivo nella scena dell’arte contemporanea italiana e internazionale. Nel 2010 è vincitore del premio 2% al MACRO di Roma con il progetto ROPE.

Negli ultimi anni ha realizzato numerosi lavori a scala urbana, partecipando a diverse collettive tra cui: La Finestra sul Cortile. Scorci di collezioni private, alla GAM di Milano nel 2017, The Muse, presso il Whanki Museum di Seoul nel 2016, Temi & Variazioni, Scrittura e Spazio alla Peggy Guggenheim Collection di Venezia nel 2011, La parola nell’arte. Ricerche d’avanguardia nel ‘900. Dal Futurismo ad oggi attraverso le Collezioni del Mart, al Museo di arte moderna e contemporanea di Trento e Rovereto nel 2007.
Vedi biografia

Opere disponibili

Installazioni

Video

Opere disponibili


  • Scatter Cadaver, 2017

    Guaina in poliestere ritorto e neon rosso e giallo
    dimensioni ambientali


  • Endings, 2015

    Lava rock, argon
    9 x 16 x 12 cm


  • Far Behind, 2005

    Corda in poliestere su
    telaio in ferro verniciato
    320 x 117 x 6 cm


  • Nera Luce - dust in place Fragment, 2017

    Corda in poliestere su telaio in ferro
    140 x 140 x 7 cm


  • Shamen, 2021

    Ricamo su tessuto mimetico,
    mdf verniciato
    36 x 38 x 5,50 cm


  • Nor there, 2009

    Ricamo su tessuto mimetico
    34 x 40 cm


  • Dead word, 2008

    Ricamo su base alluminio (bianco/nero)
    43 x 67 cm


  • Untitled, 2017

    Pietra lavica e neon verde
    20 x 17 x 13 cm


  • Fragment-M15-1, 2012

    Corda in poliestere su telaio in ferro
    50,5 x 50,5 x 10,5 cm

Installazioni


  • Confuse me for someone who gives a f*%k, 2021

    Installation view
    Studio la Città, Verona


  • Confuse me for someone who gives a f*%k, 2021

    Installation view
    Studio la Città, Verona


  • Scatter Cadaver, laser, 2017

    Installation view
    Basilica Palladiana, Vicenza
    foto Lorenzo Ceretta


  • Flat all the way down, 2017

    Installation view
    Studio la Città, Verona


  • Scatter, 2016

    Installazione site-specific in collaborazione con Studio la Città e Spazio Galtarossa 21/A, Verona


  • Summer show, 2016

    Installation view
    Studio la Città, Verona


  • Installation view, 2016

    Studio la Città, Arte Fiera Bologna


  • Precious Objects - Extraordinary Individuals, 2013

    Installazione site specific
    Palazzo Malipiero, Venezia


  • Arthur Duff

    Installation view
    Villa della Torre Allegrini, 2013


  • Villa Pisani, 2012

    Installation view
    Lonigo


  • From a good absorber to a good emitter, 2012

    Installation view, Castelvecchio, Verona


  • Rope, 2010

    Installation view
    MACRO, Roma


  • Arthur Duff

    Installazione site specific
    MACRO - Museo d'Arte Contemporanea di Roma, 2009


  • Love Letters

    Installazione site specific in occasione della presidenza europea - Praga 2009


  • Arthur Duff

    Installation view
    Art Basel 2005

    News

  • Sabato 10 febbraio apre in galleria la mostra TORN CURTAIN buongiorno, buonasera. Come in una narrazione di vite parallele la mostra – piuttosto misteriosa e inconsueta – presenta un dialogo figurato tra Luca Massimo Barbero e Hélène de Franchis; oltre 60 le opere esposte scelte secondo il gusto di ciascun curatore e altrettanti artisti appartenenti a periodi diversi della storia dell’arte, con pittura, scultura, installazioni, ceramica. La mostra è stata prorogata al 1 giugno 2024.


  • Arthur Duff è uno dei quattro artisti contemporanei chiamati a realizzare opere site specific per la mostra Felicitazioni! CCCP – Fedeli alla linea 1984 – 2024, curata dai quattro fondatori della band. La mostra celebra i 40 anni dall’uscita del primo EP “Ortodossia” dei CCCP e si articola nei Chiostri di San Pietro di Reggio Emilia. La mostra è stata prorogata fino al 10 marzo 2024.


  • Paratissima presenta nella cornice di Spazio alle ARTI in Cavallerizza, Sticky Eyes, l’installazione site specific di Arthur Duff. L’installazione, a cura di Francesca Canfora e Laura Tota sarà visibile gratuitamente  in notturna fino al 5 novembre 2023.


  • Dal 15 aprile 2023 nella Casa di The Human Safety Net alle Procuratie Vecchie a Venezia il  nuovo allestimento dell’artista Arthur Duff con l’opera
    “The Hungriest Eye. The Blossoming of Potential”. A cura di Luca Massimo Barbero.


  • Sabato 28 gennaio, in occasione dell’opening delle tre mostre personali che inaugurano il nuovo anno espositivo di Studio la Città (Luigi Caboni, Victoria Stoian e Antonio Marchetti Lamera), il quartiere Galtarossa si illuminerà con una nuova e inaspettata opera di Arthur Duff.


  • Per i 60 anni di Enel, l’installazione luminosa di Arthur Duff “EYES WITH EYES. RIFLESSI FUTURI” si accende all’Auditorium Parco della Musica di Roma. A cura di Valentina Ciarallo, dal 6 al 28 dicembre 2022.


  • Per tutto il periodo natalizio a Brescia, il quartiere Carmine verrà illuminato da 5 installazioni di light art tra cui sarà presente anche il lavoro di Arthur Duff. Dal 4 dicembre 2022 al 6 gennaio 2023.


  • Dal 29 settembre al 16 ottobre, SUPERLAB – innovativo hub per aziende e start up nel quartiere Bicocca a Milano – ospita una mostra curata da Francesca Canfora. Arthur Duff per l’occasione ha realizzato un’installazione luminosa di dimensioni ambientali che interagisce con l’edificio industriale dallo scheletro in metallo a vista, concepito dallo studio Balance Architettura. Ph. credits Chiara Ferrando

     


  • Light Cycles di Arthur Duff è l’opera ospitata al MAXXI di Roma in occasione del 105° Giro D’Italia. La nuova Maglia Rosa di questa edizione è infatti stata presentata lo scorso 7 aprile 2022 proprio nel museo romano, dove Duff ha omaggiato l’evento sportivo con un viaggio luminoso di proiezioni laser anch’esso a tappe lungo la nostra penisola. Progetto a cura di Valentina Ciarallo. Giro d’Italia 6 – 29 maggio 2022.


  • PLOT HUNTERS è la mostra che, a partire dal 26 marzo 2022,  vede esposte presso la Fondazione l’Arsenale di Iseo opere di Maurizio Donzelli, Arthur Duff e Antonio Marchetti Lamera, tre artisti che, pur nelle differenti declinazioni dei loro linguaggi, sono in un certo senso accomunati da un’affinità nei contenuti espressivi. A cura di Ilaria Bignotti in collaborazione con Camilla Remondina e con il Patrocinio del Comune di Iseo. Fino a domenica 22 maggio 2022.


  • I lavori di Arthur Duff e Daniel Gonzàlez sono stati inclusi da Valentina Ciarallo nella mostra dal titolo Carta Bianca, una nuova storia: uno dei molteplici progetti speciali organizzati nell’ambito di Roma Arte in Nuvola, la grande fiera internazionale di arte moderna e contemporanea, che si svolgerà dal 18 al 21 novembre nella Nuvola progettata da Fuksas. 


  • Mara Isolani intervista Arthur Duff per L’Altro Giornale Channel: l’artista racconta le due mostre che lo vedono coinvolto a Valeggio sul Mincio – come curatore – e a Studio la Città con la personale dei suoi nuovi lavori. Guarda il video


  • Sabato 9 ottobre 2021, alle ore 11, in alcune sale del nostro spazio espositivo apre una personale di Arthur Duff dal titolo provocatorio: Confuse me for someone who gives a f*%k.
    Accanto alle più note “knotted composition”, la mostra vedrà esposti alcuni lavori inediti, dove l’artista si cimenta in tecniche e assemblaggi assolutamente nuovi.
    Opening su invito  – prenotazione e GREEN PASS obbligatori (clicca qui per prenotare). Mostra in corso fino al 27 novembre 2021.

     


  • Between space and surface è la mostra curata da Riccardo Caldura che segna la riapertura dello spazio espositivo dell’Accademia di Belle Arti di Venezia, il Magazzino del Sale 3Arthur Duff espone qui assieme a Ludovico Bomben e Francesco Candeloro.
    Fino all’11 settembre 2021