Pia Gazzola

Nasce a Negrar – Verona – nel 1945.
Si forma a Milano, all’ICART di Parigi, all’Istituto Centrale del Restauro di Roma e poi a Vienna dove si trasferisce nel ‘74 e vi risiede per trent’anni chiamata a far parte dei laboratori di restauro statali austriaci. L’esperienza maturata segna profondamente il suo personalissimo itinerario artistico, già a partire dal 1986, anno in cui decide di “rompere il silenzio” e inizia a realizzare le sue opere. La sua poetica è in stretta relazione con le tematiche del “libro” in particolare alla forma espressiva silenziosa della natura, le tracce, i segni e l’indagine sulle diverse “qualità del tempo”. Il libro d’artista, le installazioni, la fotografia e i considerevoli progetti sperimentali sono parte integrante del suo lavoro e della sua ricerca artistica. In particolare quello iniziato nel 1999: capire al volo, sviluppato in tre anni, sul tema della percezione del tempo e della distanza, in rapporto ai media digitali in cui l’artista coinvolge come protagonisti delle squadre di colombi viaggatori. Il vasto progetto si articola con installazioni e performance presso la Humboldt Universitaet di Berlino, l’Accademia d’arte Angewandte Kunst di Vienna, presso il Museo d’Arte Contemporanea Kunst und Ausstelllungshalle a Bonn e presso la Collezione d’Arte Contemporanea della Certosa di Padula (SA).

Rientrata in Italia nel 2004, si trasferisce definitivamente a Verona in Valpolicella, a San Ciriaco. Dal 2005 al 2014 tiene corsi in Italia e all’estero con gli allievi delle università Cooper Union e New York University in qualità di visiting lecturer per Advanced architecture laboratory in particolare a Otranto. Inoltre, per l’Università CEU San Pablo di Madrid, tiene workshop sul tema: il linguaggio dell’ombra: trasferimenti e trasformazioni, al Palacio de Cristal, spazio espositivo del Museo Reina Sofia. Sempre a Madrid, presso la galleria Ivorypress, espone il progetto segni di segni che diventa parte dell’Artist’ Books Collection di Elena e N. Foster. Oltre all’attività espositiva, le sue opere sono presenti in collezioni straniere e italiane.

Opere disponibili

Opere disponibili


  • Serie: "Due passi", 2015

    stampa digitale a getto d’inchiostro a pigmenti, su carta 100% cotone FineArt Hahnemühle, cornici in alluminio,
    86 x 63 cm cad.


  • Libro corde, 2015

    Libro rilegato, disegno a china, corde,
    21 x 30 cm

    Pubblicazioni