Giorgio Vigna – “Scultura Aurea”

2134,01 CORALLO

Giorgio Vigna è uno dei protagonisti della mostra Scultura Aurea. Gioielli d’Artista per un nuovo Rinascimento che si tiene a Palazzo Ducale di Urbino fino all’8 settembre 2019.
La mostra, curata da Paola Stroppiana, propone una panoramica sui gioielli d’artista del XX e del XXI secolo esponendo più di 140 opere realizzate da 46 artisti internazionali evidenziando contributi e influenze e sottolineando la portata rivoluzionaria della contaminazione tra le arti in ambito orafo. Tra i gioielli di Giorgio Vigna esposti anche Corallo, una collana realizzata in vetro di Murano appartenente alla Olnick Spanu Collection.

Foto: CoralloCollana, 2013, Vetro di Murano, rame e argento, Olnick Spanu Collection -New York, credito fotografico Francesca Moscheni

Quando


Inizia: 31 maggio 2019
Finisce: 8 settembre 2019

Dove


Palazzo Ducale di Urbino
Piazza Rinascimento 13
Urbino (PU)

Informazioni


mostre@studiolacitta.it
A cura di: Paola Stroppiana
Comunicato stampa Scarica qui

Altre news

  • Apre sabato 18 marzo 2023 presso la Galleria della città di Ptuj, la mostra Handmade 2.0. Il percorso espositivo, curato da Marika Vicari e Jernej Forbici, in collaborazione con Dušan Fišer, si articola attraverso cinque stanze allestite, tra le altre, con le opere di Anna Galtarossa e Marcela Cernadas. Fino al 30 aprile 2023.


  • Sabato 11 marzo alle ore 11 Studio la Città organizza presso il proprio spazio espositivo la conferenza: PITTURA ANDATA E RITORNO. Il curatore e critico Alberto Fiz dialogherà assieme agli artisti Luigi Carboni e Lucio Pozzi analizzando i vari aspetti della pittura contemporanea.
    Evento ad ingresso gratuito ma su prenotazione al seguente link.


  • Jacob Hashimoto è presente per la prima volta al BAM Museum di Boise – Idaho con l’installazione site-specific The Fractured Giant: un’esperienza totalmente immersiva all’interno della “sculpure court” del museo. In mostra fino al 21 gennaio 2024.


  • Dall’11 febbraio al 1 maggio 2023 l’Arca di Teramo ospiterà il progetto “IO AMO TE – I LOVE YOU”, a cura di Umberto Palestini. Si tratta di un evento artistico-editoriale che comprende una mostra collettiva, all’interno della quale sono proposti anche alcuni lavori di Luigi Carboni tratti dalla serie “Ridisegnare”, unitamente alla pubblicazione di un’edizione speciale sui 10 anni di attività del laboratorio Arca.


  • La mostra di Vincenzo Castella presentata all’Orto Botanico di Padova è stata prorogata fino al 5 marzo 2023. Un’occasione unica per ammirare una selezione di quaranta immagini fotografiche della città. Curata da Salvatore Lacagnina e realizzata con il sostegno di Hermès, la mostra è realizzata nell’ambito delle celebrazioni per gli 800 anni dell’Università di Padova.


  • Sabato 28 gennaio, in occasione dell’opening delle tre mostre personali che inaugurano il nuovo anno espositivo di Studio la Città (Luigi Caboni, Victoria Stoian e Antonio Marchetti Lamera), il quartiere Galtarossa si illuminerà con una nuova e inaspettata opera di Arthur Duff.


  • La Piero Atchugarry Gallery, in collaborazione con Studio la Città, ospita per la prima volta a Pueblo Garzón – Uruguay la personale di Emil Lukas: The Distance of Time All’interno dell’esposizione sono proposti i nuovi lavori “Thread” e “Bubble”. Dal 10 gennaio al 12 febbraio 2023.
    Ph. Nicolas Vidal


  • Dal 6 gennaio al 20 marzo 2023 la Fondazione Pablo Atchugarry e il Museo di Arte Contemporanea Atchugarry – MACA presentano per la prima volta in Uruguay l’artista americano Emil Lukas con la mostra “Entre dos líneas tenues”.


  • Il 14 gennaio 2023, in occasione del finissage delle mostre: MICHAEL NAJJAR | cool earth e GIORGIA SEVERI – ANDRE WOODWARD | In the Forest loudly Falling Silent Studio la Città organizza ad una speciale visita guidata. A partire dalle ore 10:30 – CLICCA QUI per iscriverti.


  • Nel grembo materno è la mostra collettiva che si terrà presso Boccanera Gallery – Trento dal 22 dicembre 2022 al 25 febbraio 2023, con l’obiettivo di dare seguito alla recente proposta espositiva della curatrice Cecilia Alemani per la 59a Esposizione Internazionale d’Arte della Biennale di Venezia. Tra le gallerie partecipanti anche Studio la Città con una carta assorbente di Lucio Fontana.


  • Per i 60 anni di Enel, l’installazione luminosa di Arthur Duff “EYES WITH EYES. RIFLESSI FUTURI” si accende all’Auditorium Parco della Musica di Roma. A cura di Valentina Ciarallo, dal 6 al 28 dicembre 2022.


  • ARTE COME HUB: CREAZIONE DI UN VALORE SOSTENIBILE: una Tavola Rotonda che avrà luogo martedì 13 dicembre 2022 alle ore 17.30 presso la sede della Fondazione Imago Mundi di Treviso. Si confronteranno diversi attori che compongono la rete di produzione del valore artistico: fondazioni private, gallerie commerciali e provider di servizi discuteranno di opportunità e criticità del settore, presentando le loro storie ed esperienze. Evento in collaborazione con Arte Generali al quale parteciperà come relatrice anche Hélène de Franchis.


  • Per tutto il periodo natalizio a Brescia, il quartiere Carmine verrà illuminato da 5 installazioni di light art tra cui sarà presente anche il lavoro di Arthur Duff. Dal 4 dicembre 2022 al 6 gennaio 2023.


  • Dall’11 novembre 2022 all’8 gennaio 2023, Vincenzo Castella è presente presso l’Orto Botanico di Padova con la mostra: Il libro di Padova dove espone una serie di fotografie realizzate tra il 2020 e il 2021 e raccolte nell’omonimo volume edito da Silvana Editoriale su commissione di Hermès Italie, nell’ambito della collana di libri fotografici nati come omaggio alle città italiane dove la maison è presente.


  • Lucio Fontana
    Hauser & Wirth – New York.
    3 novembre 2022 – 4 febbraio 2023
    La seconda parte di una trilogia di mostre dedicate a Lucio Fontana e curate da Luca Massimo Barbero, in collaborazione con la Fondazione Lucio Fontana.
    La le opere, anche la Vittoria dell’Aqua del 1936, di Studio la Città.


  • Now and Ever. Pattern and Decoration
    Antonio Colombo Arte contemporanea. Fino al 19 novembre 2022
    All’interno della mostra: Lucas Beaufort, Jacob Hashimoto, Andy Cruz di House Industries, Barry McGee, Fulvia Mendini e Tarsila Schubert.


  • Dopo il successo della prima edizione tenutasi a Palermo torna Hit!, fiera d’arte nomade, condivisa, esotica, sostenibile e piccolissima, che dal 10 al 13 novembre 2022 sarà ospitata a Verona presso gli spazi della galleria Studio la Città. Gallerie invitate: Boccanera Gallery – Trento/Milano, Corraini Galleria e Edizioni – Mantova, Piero Atchugarry Gallery – Miami, RizzutoGallery – Palermo, SARAHCROWN – New York, Studio la Città – Verona, Workplace – Londra.


  • Il Museo di Storia Naturale di Verona ospita, fino al 30 novembre 2022, l’esposizione personale dell’artista Pia Gazzola: Segni di Segni, frutto della collaborazione con Studio la Città. Questa mostra si configura come il secondo capitolo di un progetto più ampio, inaugurato lo scorso 14 ottobre nella prestigiosa sala del Museo riservata ai fossili di Bolca con la mostra Pagine fossili.


  • Dal 29 settembre al 16 ottobre, SUPERLAB – innovativo hub per aziende e start up nel quartiere Bicocca a Milano – ospita una mostra curata da Francesca Canfora. Arthur Duff per l’occasione ha realizzato un’installazione luminosa di dimensioni ambientali che interagisce con l’edificio industriale dallo scheletro in metallo a vista, concepito dallo studio Balance Architettura. Ph. credits Chiara Ferrando

     


  • Dal 14 al 16 ottobre 2022 La Città Projects | Studio la Città è presente ad Art Verona con uno stand che quest’anno riassumerà le scelte espositive più significative che hanno caratterizzato l’attività della galleria negli ultimi anni. Ci trovate presso il padiglione 12 – stand G6, Veronafiere | Ingresso Re Teodorico, Viale dell’Industria – Verona.


  • La grande fotografia italiana e internazionale è esposta a Forlì, presso i Musei di San Domenico, dal 17 settembre 2022 all’8 gennaio 2023, all’interno della mostra: “Civilization: Vivere, Sopravvivere, Buon Vivere”. Trecento opere di 130 fotografe e fotografi provenienti da cinque continenti, tra le quali l’immagine-simbolo del più grande radiotelescopio del mondo scattata da Michael Najjar.


  • L’Oratorio di San Rocco di Padova, spazio espositivo che il Comune di Padova ha dedicato al gioiello contemporaneo di ricerca, ospita l’intensa, preziosa personale di Giorgio Vigna intitolata SASSI. La mostra è realizzata con il contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo e con la collaborazione di Studio la Città. A cura di Mirella Cisotto Nalon, inaugurazione 27 settembre, ore 17:30, mostra in corso fino al 13 novembre 2022.


  • Sabato 24 settembre alle ore 11:30 si terrà a Studio la Città la presentazione del nuovo libro: HERBERT HAMAK 1992 – 2022. 30 anni con Studio la Città. Il libro, in edizione bilingue italiano-inglese, contiene saggi inediti di Marco Meneguzzo e Rolf Lauter oltre ad un’ampia selezione di scritti dei più importanti curatori, critici, direttori di musei, giornalisti che negli anni hanno approfondito il lavoro dell’artista tedesco. Per iscriverti all’evento CLICCA QUI. Il libro si trova in prevendita sul nostro shop online.


  • La stagione espositiva 2022-23 di Studio la Città riparte con una mostra dedicata ai nuovi lavori di Hiroyuki Masuyama che torna ad esporre in Italia proponendo una serie inedita realizzata con una particolarissima tecnica di intaglio e dedicata alla fugacità del tempo. Playing with Shadows, questo il titolo dell’esposizione, sarà ospitata a Studio la Città dal 24 settembre fino al 29 ottobre 2022.


  • Marcela Cernadas presenta l’opera “Cenacolo”  all’interno della sua mostra personale dal titolo “Soffio” che si terrà dal 2 luglio al 1 settembre 2022 presso la Fondazione Famiglia Zago ad Asolo. A cura di Mauro Perosin.

     


  • Dall’1.07 al 9.10.2022, il Mart di Rovereto presenta la mostra: Eros e Hypnos, in collaborazione con Associazione BelleArti, da un’idea di Vittorio Sgarbi e Massimo Minini, a cura di Denis Isaia. La mostra si basa su un’importante collezione di disegni di Pierre Klossowski inserita in dialogo con l’opera di Pierre Molinier, Carol Rama e Hans Bellmer. In esposizione si potrà ammirare anche una selezione di opere di Carol Rama già proposte a Verona per la personale dell’artista torinese, da poco conclusasi a Studio la Città.


  • Dal 24 al 26 giugno 2022 Studio la Città è a Palermo per partecipare ad un nuovo format espositivo: Hit! SUPER-MICRO ART-FAIR, fiera d’Arte nomade, condivisa, esotica, sostenibile e piccolissima. La prima edizione di Hit! sarà ospitata negli spazi della RizzutoGallery i cui proprietari, Giovanni Rizzuto e Eva Oliveri, sono anche gli ideatori del progetto. Gallerie partecipanti: GallleriaPiù – Bologna, Lunetta11 – Mombarcaro (CN), Studio la Città – Verona, RizzutoGallery – Palermo.


  • La mostra Art Attack/Unfolded presenta una serie di lavori inediti di Stuart Arends, realizzati appositamente per questa esposizione proposta a Studio la Città dall’11 giugno al 10 settembre 2022.
    Arends torna a alla forma originaria della scatola per infonderle nuova energia, ora i cartoni sono costellati di impronte digitali e di parole che si intravedono sul supporto sotto la vernice: parole che diventano i titoli delle opere stesse.


  • Studio la Città dedica all’artista tedesco Herbert Hamak una mostra-omaggio molto esaustiva con opere dagli anni ’90 ad oggi, mai esposte prima.
    Il titolo è evocativo: Kobalt Grün, Permanent Rot, Ultramarinblau Dunkel, Permanent Gelb sono infatti i nomi tedeschi dei pigmenti maggiormente impiegati da Hamak per la realizzazione dei suoi lavori che, sapientemente dosati, stratificati e mescolati alla resina, danno vita ad uno studio sul colore difficile da incasellare in una categoria specifica. In galleria dall’11 giugno al 29 Ottobre 2022. 


  • A partire da sabato 11 giugno 2022, il mondo variopinto di Jacob Hashimoto torna a Verona nella mostra estiva con nuove opere a parete. Insieme agli iconici “aquiloni” che hanno consacrato l’artista sulla scena internazionale, sarà presentata un’inedita serie di minuziose xilografie. Fino al 29 ottobre 2022.