EELCO BRAND, Animatio

«Viviamo in un periodo nel quale la scienza e la razionalità stanno privando il mondo della sua magia. Nelle nostre vite quotidiane si perde così il contatto con il mistero della natura» (intervista Persistence of Vision di Lien Heyting, 2012) con queste parole Brand evidenzia il filo rosso che lega la sua produzione artistica, ovvero le dicotomie reale-virtuale e naturale-artificiale. Proprio su queste contrapposizioni si concentrano i nuovi lavori dove lo spettatore, prima immerso nella natura virtuale creata dall’artista si muove come un insetto spostandosi tra il tappeto di foglie del sottobosco, osserva il lento emergere dal sottosuolo di figure dalla consistenza fluida e dai colori accesi (OA.movi) oppure fissa lo sbocciare dei fiori (VWV.movi) o il susseguirsi di eventi “metereologici” (MN.movi). Si ritrova, successivamente, proiettato in uno scenario urbano (ZS.movi) governato dal rombo delle auto che risalgono i pendii delle montagne e dalle luci delle città metropolitane. Questi lavori guidano lo spettatore alla riflessione su quanto il paesaggio, reale o virtuale, non sia altro che un insieme di associazioni e di proiezioni personali (tristezza, malinconia, allegria, …) che esso stesso suscita sulla nostra sfera emotiva: Brand non imita il paesaggio, ma raffigura il modo in cui lo percepiamo.

Album Fotografico, 2015
Progetto di Michele Alberto Sereni e Beatrice Barbuio
Numerato e firmato sul retro
Tiratura limitata di 30 copie

 15,00 ( + IVA 22 % )

18 disponibili

Categorie: , Tag: