GIUSEPPE SPAGNULO, Studio sulla Croce

Giuseppe Spagnulo (Grottaglie, 1936 – Milano, 2016)
Spagnulo è uno dei maggiori scultori contemporanei italiani, dopo essere stato allievo nella bottega del padre ceramista e negli anni ‘50 dell’Istituto della Ceramica di Faenza e dell’Accademia di Brera, frequenta a Milano Lucio Fontana, Arnaldo Pomodoro, Tancredi e Piero Manzoni. Nel 1965 realizza la sua prima personale con piccole sculture in grès. Abbandonata la creta, Spagnulo inizia ad essere assiduo di altiforni e laboratori dove fonde i Grandi ferri. Realizza Archeologia e Paesaggi per la mostra del 1977 al Newport Art Museum e poi intraprende alcuni viaggi nel Mediterraneo alla ricerca di radici e miti che sente suoi e a cui si ispira per opere di nuovo realizzate in ceramica, come l’imponente Turris del 1982 poi forgiata in ferro, materiale cui ritorna alla fine degli anni ’80, quando riprende il tema dei Ferri spezzati. Titolare della cattedra di scultura presso l’Accademia di Belle Arti di Stoccarda fin dai primi anni ’90 (ma vive e crea a Milano), Spagnulo con la sua arte guadagna successi nei musei e nelle gallerie di tutto il mondo.

Studio sulla Croce, 2002
serigrafia 36,5×26,5 cm
edizione 198/200
cornice in legno nero

 200,00 ( + IVA 22 % )

Esaurito

Categoria: