STEVE RODEN
40 Intersections (London A-Z), 2005

Steve Roden (Pasadena, California, 1964 – Los Angeles, 2023).
Nell’universo di Steve Roden il silenzio occupa un posto privileggiato. Si tratta di un silenzio ricco di immagini e di incanto, ma anche un silenzio che fa parte di un mondo semplice ed enigmatico, complesso e regolare. Nelle sue opere si avverte una continua possibilità di mutamento. Le forme sono elementari e sembrano crescere spontaneamente.
Davanti alle sue forme colorate scandite da elementi minimali, si ha l’impressione di osservare uno sviluppo organico. C’è una crescita interiore nelle morfologie che richiamano elementi di stile alla Klee, ma sono caratterizzati da ritmi più organici e meno costruiti.
Ogni elemento vaga sulla superficie della cartain cerca non di una concretezza visiva, quanto di una maggiore possibilità di relazione. Lo spettatore è difronte ad un universo in movimento.

L’opera è stata esposta nella mostra Steve Roden: recent work, a cura di Valerio Dehò presso Studio la Città nel 2006.

40 Intersections (London A-Z), 2005
Graffite ed inchiostro su carta
cm 76.2 x 57.5

 3.000,00

Disponibile

ACQUISTA