GIUSEPPE CAPOGROSSI, profili

Giuseppe Capogrossi (Roma 1900 – Roma 1972).
Capogrossi partecipa alle maggiori esposizioni degli anni trenta dedicate all’arte italiana, come l'”Exposition des peintres romains” del 1933 a Parigi e la Quadriennale di Roma del 1935, grazie alla quale si impone alla critica come uno dei protagonisti del rinnovamento della pittura romana. Nel 1939 la Quadriennale gli dedica una sala personale. mLe sue prime astrazioni risalgono al dopoguerra e nel 1949 esprimono già un vocabolario personale ben articolato di matrice post-cubista che formalizza un linguaggio segnico di matrici a forma di pettine articolate con logica e libertà nelle sue composizioni e che lo avvicinano all’Informale. Nel 1951 con Mario Ballocco, Alberto Burri, Ettore Colla fonda il Gruppo Origine, con l’intento di promuovere gli ideali dell’astrazione, inclusa una semplificazione espressiva.

Un profilo di Giuseppe Capogrossi in 30 lavori.
Catalogo mostra Comune di Verona, Galleria d’Arte Moderna e
Contemporanea “Achille Forti”, Palazzo Forti, giugno – settembre 1982.

Testi di Giorgio Cortenova e Giulio Carlo Argan (italiano)
76 pagine

 15,00 ( + IVA 22 % )

6 disponibili