Jacob Hashimoto

JacobHashimoto

Jacob Hashimoto nasce a Greeley, U.S.A., nel 1973.

Jacob Hashimoto è da un certo punto di vista un’artista decisamente americano, ma recupera in profondità ed in maniera assolutamente creativa una certa eredità giapponese. L’ultimo sviluppo del suo lavoro in cui si ergono

 

e colline e onde, è delicato come le sue prime opere costituite da cascate di aquiloni. E, come in precedenza dominava un senso di levità, ora c’è un senso di sollevamento. La delicatezza delle sue forme, che scendono e avvolgono o che si espandono e salgono, crea spazio tanto per lo spirito quanto per il corpo.
Vedi biografia

Opere a parete

Tele

Disegni

Sculture

Installazioni

Video

Opere a parete


  • Our Fates Were Not Sealed, Merely Eclipsed, 2016

    bambù, Dacron, carta, nylon, acrilico e pigmenti
    167,5 x 152 x 20 cm


  • The Immeasurable Equation, 2015

    bambù, Dacron, carta, nylon, acrilico e pigmenti
    183 x 28 x 20 cm


  • The Steady Breathing of The Land, 2015

    bamboo, Dacron, paper, nylon, acrylic and pigments
    244 x 28 x 20 cm


  • Holes in this Tattered Universe, 2015

    bambù, Dacron, carta, nylon, acrilico e pigmenti
    244 x 28 x 20 cm


  • Untitled, 2002

    bambù, carta, nylon, acrilici
    173,5 x 15 x 15,5 cm

Tele

Disegni

Sculture

Installazioni

    News

  • In occasione del tredicesimo anniversario della Juliette Chair di Hannes Wettstein, Baleri Italia ha scelto di rendere omaggio a uno dei suoi prodotti più iconici con un progetto che celebra l’incontro tra design e arte. Tre artisti contemporanei – Luigi Carboni, Jacob HashimotoHerbert Hamak – vengono chiamati ad interpretare la superleggera con la quale verranno immortalati in tre scatti emblematici.


  • Studio la Città è lieta di annunciare che, dopo lo straordinario successo della mostra The End of Utopia, Jacob Hashimoto presenterà tre grandi installazioni presso il Wäinö Aaltonen Museum di Turku – Finlandia.
    9 giugno – 24 settembre 2017 | Wäinö Aaltonen Museum, Turku