Jacob Hashimoto

Jacob Hashimoto nasce a Greeley, U.S.A., nel 1973.

Jacob Hashimoto è da un certo punto di vista un artista decisamente americano, ma recupera in profondità ed in maniera assolutamente creativa una certa eredità giapponese. L’ultimo sviluppo del suo lavoro in cui si ergono

 

e colline e onde, è delicato come le sue prime opere costituite da cascate di aquiloni. E, come in precedenza dominava un senso di levità, ora c’è un senso di sollevamento. La delicatezza delle sue forme, che scendono e avvolgono o che si espandono e salgono, crea spazio tanto per lo spirito quanto per il corpo.
Vedi biografia

Opere a parete

Tele

Disegni

Sculture

Installazioni

Video

Opere a parete


  • The Dynamite Factory, 2019

    bambù, Dacron, carta, nylon, acrilico e pigmenti
    71 x 47,5 x 20 cm


  • A year or Two of Measured Oblivion, 2019

    bambù, Dacron, carta, nylon, acrilico e pigmenti
    71 x 47,5 x 20 cm


  • Along the Edge of What Seemed like Centuries of Glitched Loopspace, 2019

    bambù, Dacron, carta, nylon, acrilico e pigmenti
    71 x 47,5 x 20 cm


  • The Lightning Maze, 2019

    bambù, Dacron, carta, nylon, acrilico e pigmenti
    71 x 47,5 x 20 cm


  • The Vibration of Memory’s Silent Crowds, 2019

    bambù, Dacron, carta, nylon, acrilico e pigmenti
    71 x 47,5 x 20 cm


  • This Dense Circuit of What We Always Wanted - Wishful and Incomplete, 2019

    bambù, Dacron, carta, nylon, acrilico e pigmenti
    71 x 47,5 x 20 cm


  • The Bazaar of Fundamental Secrets, 2019

    bambù, Dacron, carta, nylon, acrilico e pigmenti
    71 x 47,5 x 20 cm


  • Forgetting the Rhythm of the Sea, Everything starts to come Apart, 2019

    bambù, Dacron, carta, nylon, acrilico e pigmenti
    87 X 65,5 X 20 cm


  • Underneath the Garden of All Adoration, 2019

    bambù, Dacron, carta, nylon, acrilico e pigmenti
    87 X 65,5 X 20 cm


  • There were Probably Easier Ways, If We Had Known Better, 2019

    bambù, Dacron, carta, nylon, acrilico e pigmenti
    87 X 65,5 X 20 cm


  • The Gorgon, 2019

    bambù, Dacron, carta, nylon, acrilico e pigmenti
    137 x 118,5 x 20 cm


  • The Immeasurable Equation, 2015

    bambù, Dacron, carta, nylon, acrilico e pigmenti
    183 x 28 x 20 cm


  • The Steady Breathing of The Land, 2015

    bamboo, Dacron, paper, nylon, acrylic and pigments
    244 x 28 x 20 cm


  • Holes in this Tattered Universe, 2015

    bambù, Dacron, carta, nylon, acrilico e pigmenti
    244 x 28 x 20 cm


  • White with yellow corners, 2002

    bambù, carta, nylon, acrilici
    173,5 x 15 x 15,5 cm


  • The Testimony, 2019

    bambù, Dacron, carta, nylon, acrilico e pigmenti
    137 x 118,5 x 20 cm


  • All Looped Around in this Finite Forest of Past Future’s History, 2019

    bambù, Dacron, carta, nylon, acrilico e pigmenti
    137 x 118,5 x 20 cm


  • The Collapse of Acres of Endless Sand, 2019

    bambù, Dacron, carta, nylon, acrilico e pigmenti
    137 x 118,5 x 20 cm


  • The Slough of Boundless Measures, 2019

    bambù, Dacron, carta, nylon, acrilico e pigmenti
    167,5 x 154,5 x 20 cm


  • The Warp of the Universe - She Reaches forward Like Destiny, 2019

    bambù, Dacron, carta, nylon, acrilico e pigmenti
    167,5 x 154,5 x 20 cm

Tele


  • Untitled #3, 2012

    acrilico su tela
    61 x 46 cm


  • Untitled #4, 2012

    acrilico su tela
    61 x 46 cm


  • Untitled #5, 2012

    acrilico su tela
    61 x 46 cm


  • Untilted #2, 2012-2015

    acrilico su tela
    61 x 46 cm

Disegni


  • Untitled #10, 2013

    matita e acrilico su carta
    43 x 35,5 cm


  • Untitled #11, 2012

    matita e acrilico su carta
    43 x 35,5 cm


  • Untitled #15, 2013

    matita e acrilico su carta
    43 x 35,5 cm


  • Untitled 6, 2012

    matita e acrilico su carta
    43 x 35,5 cm

Sculture


  • White Waves, 2005

    marmo
    50 x 50 x 50 cm


  • Positivo e Negativo n. 1, 2003

    poliuretano ad alta densità verniciato e fibra di vetro
    100 x 50 x 50 cm
    (due pezzi)


  • Positivo Negativo n. 1, 2003

    poliuretano ad alta densità verniciato e fibra di vetro
    50 x 100 x 50 cm


  • Water Block 4, 2003

    polietilene ad alta densità verniciata
    50 x 50 x 100 cm

Installazioni


  • The Dark Isn’t the Thing to Worry About, 2017-2018

    bambù, Dacron, carta, resina, nylon, acrilico e pigmenti
    dimensioni variabili
    installation view "Recursions and Mutations"
    Studio la Città presso GAD - Giudecca Art District, Venezia


  • Eclipse, 2017

    cotone, carta, bambù e stampa serigrafica
    installation view
    Palazzo Flangini, Venezia


  • The End of Utopia, 2017

    installation view
    Palazzo Flangini, Venezia


  • Un racconto in sei stanze, 2016

    installation view
    Palazzo Barbò - Studio la Città


  • Never Comes Tomorrow, 2016

    installation view
    Studio la Città - temporary space
    via Pestalozzi 4, Milano


  • Installation view, 2016

    Studio la Città, Arte Fiera Bologna


  • Never Comes Tomorrow, 2015

    2015
    installation view
    Studio la Città, Verona


  • Gas Giant, 2013 - Installation view

    Fondazione Querini Stampalia - Venezia


  • Untitled, 1999-2013 - Installation view

    carta, bambù, acrilico, dacron
    Studio la Città, Verona


  • Superabundant Atmosphere, 2013 - Installation view

    Bildmuseet Umeå, Svezia


  • Sky Columns, 2013

    installation view
    Schauwerk Sindelfingen (Peter Schaufler Foundation), Sindelfingen


  • Armada, 2012

    Studio la Città, Arte Fiera, Bologna


  • Armada, 2011 - Installation view

    Studio la Città, Verona


  • Jacob Hashimoto, 2010 - Installation view

    MACRO, Museo d'Arte Contemporanea di Roma


  • INFINITUM, 2009 - Installation view

    Palazzo Fortuny, Venezia


  • Superabundant Atmosphere, 2005 - 2008 - Installation view

    bambù, seta, filo di nylon
    Studio la Città, Verona


  • Jacob Hashimoto, 2006 - Installation view

    Studio la Città, Verona


  • Jacob Hashimoto, 2004 - Installation view

    Professional Day, Basel 2004

    News

  • Sabato 22 giugno alle 11:30 Studio la Città presenterà il catalogo della mostra Recursions and Mutations, l’allestimento che espone le opere di Vincenzo Castella, Lynn Davis, Jacob Hashimoto e Roberto Pugliese in corso a Venezia fino al 28 luglio 2019.
    22 giugno 2019 – ore 11:30 | GAD – Giudecca Art District, Giudecca, Venezia


  • Jacob Hashimoto prosegue la sua ricerca sull’intersezione tra paesaggio e astrazione, attraverso nuove opere a parete, realizzate a partire dai suoi celebri “aquiloni”, creati per l’occasione con pattern inediti. La mostra a Verona, dal titolo The Heartbeat of Irreducible Curves, arricchisce il programma espositivo dell’artista, il quale, sempre con Studio la Città, sarà presente anche a Venezia, all’interno della collettiva Recursions & Mutations, sull’Isola della Giudecca in occasione della 58a edizione della Biennale.
    4 maggio – 27 luglio 2019 | Studio la Città – Verona


  • Studio la Città prosegue l’attività di ricerca che ha intrapreso nell’ultimo decennio nella città di Venezia e organizza, in concomitanza con la 58° edizione della Biennale d’Arte Contemporanea, la mostra Recursions and Mutations con opere di Vincenzo CastellaLynn DavisJacob Hashimoto e Roberto Pugliese
    8 maggio – 28 luglio 2019 | GAD – Giudecca Art District, Giudecca, Venezia


  • Studio la Città è lieta di annunciare che, dopo lo straordinario successo della mostra The End of Utopia, Jacob Hashimoto presenterà tre grandi installazioni presso il Wäinö Aaltonen Museum di Turku – Finlandia.
    9 giugno – 24 settembre 2017 | Wäinö Aaltonen Museum, Turku