Tracey Snelling

«[…] Attraverso l’uso di scultura, video, installazione e performance, do la mia impressione di un luogo, delle sue persone e della loro esperienza. Spesso, l’immagine cinematografica si distingue dalla vita reale che si svolge dietro le finestre degli edifici, a volte creando un senso di mistero, altre volte sottolineando il banale. Il mio lavoro deriva da voyeurismo, film noir e posizione geografica e architettonica. All’interno di questa idea di posizione, i temi si sviluppano attorno ad un particolare luogo abitato: Chi vive qui? Cosa fanno e perché? Queste domande

trasportano l’osservazione nel regno della narrazione. Esplorano luoghi, persone e cultura attraverso l’uso della scala e della ripetizione di un tema, creando nuove realtà che cambiano a seconda della percezione dello spettatore. Utilizzando video, audio e manipolazione delle dimensioni, non cerco di replicare un luogo, piuttosto, do la mia impressione di un luogo, della sua gente e della sua esperienza, e permetto allo spettatore di estrapolare il proprio significato. […]»Tracey Snelling
Vedi biografia

Opere disponibili

Installazioni

Opere disponibili


  • Tenement Rising, 2016

    Tecnica mista con video
    325 x 240 x 135 cm


  • Communist apartment #1, 2013

    In collaborazione con Idan Levin
    Tecnica mista con video
    52 x 40,5 x 56 cm


  • Communist apartment #2, 2013

    In collaborazione con Idan Levin
    Tecnica mista con video
    47 x 53 x 80 cm


  • Tokyo, 2012

    In collaborazione con Idan Levin
    Tecnica mista scultura con video
    50 x 120 x 40 cm


  • Serial Killer Room, Fantasy Mirror Room, Club, 2018

    Tecnica mista scultura con video
    20 x 80 x 26 cm


  • Rainy Night, 2013

    Tecnica mista scultura con video
    40,5 x 43 x 51 cm


  • MIS Döner Kebap, 2018

    Tecnica misto scultura con video
    38 x 32 x 45 cm


  • Flaghouse Room #2, 2016

    Legno, stampe a getto d’inchiostro, vernici, luci, schermo LCD, lettore multimediale, altoparlante, trasformatore
    18 x 35 x 24 cm


  • Chongqing Nights, 2018

    Edizioni 1/5, 2 AP
    Tecnica mista, scultura a muro con video
    48 x 58 x 9 cm

Installazioni


  • La Musée 2, 2020

    Installation view
    Studio la Città, Verona


  • Metropolis, 2019

    Installation view
    Studio la Città, Verona


  • Metropolis, 2019

    Installation view
    Studio la Città, Verona

    Pubblicazioni

    News

  • L’opera di Tracey Snelling Chongqing Nights sarà allestita all’interno della mostra Look out, see in, personale dell’artista rumeno Cristian Avram, negli spazi espositivi di Boccanera Gallery Milano. Dal 24 novembre 2023 al 13 gennaio 2024.


  • Un’importante opera di Tracey Snelling viene esposta alla Galleria d’Arte Moderna Achille Forti di Verona all’interno della mostra CONTEMPORANEO NON-STOP. Il respiro della natura | ARIA a cura di Patrizia Nuzzo. La mostra apre il 7 ottobre 2023 e prosegue fino al 6 ottobre 2024.


  • Tracey Snelling è stata invitata a partecipare alla mostra Suddenly Wonderful in occasione della riapertura della Berlinische Galerie, Landesmuseum für Moderne Kunst, con l’opera Bierpinsel, realizzata appositamente per l’occasione. La mostra apre il 26 maggio e prosegue fino al 18 settembre 2023.


  • Nell’ambito di una collaborazione lunga 12 mesi, il MAXXI apre le porte a Swatch Art Peace Hotel, il progetto di residenza d’artista di Swatch. Tra i partecipanti anche l’artista Tracey Snelling con una recente opera del 2020 Lost Year Motel + sign. 01 ottobre 2021 > 24 ottobre 2021, MAXXI – Museo nazionale delle arti del XXI secolo – Roma.


  • A Poem is a City è un cortometraggio di Tracey Snelling e Arthur Debert, prodotto da Künstlerhaus Bethanien. Ambientato in una narrazione di A Poem is a City di Charles Bukowski, dove Snelling diventa un personaggio dei suoi mini paesaggi urbani… GUARDA IL CORTO


  • Tracey Snelling parteciperà alla 58° Biennale d’Arte di Venezia con la sua mostra personale Shanghai/Chongqing Hot Pot/Mixtape sostenuta e promossa da Swatch.
    11 maggio – 24 novembre 2019 | Sala d’Armi – Arsenale, Venezia